Cosa vuol dire “Biobased” ?

Il termine “bio-based” si riferisce a materiali, prodotti o processi che sono derivati da fonti biologiche rinnovabili, come piante, alghe o altri organismi viventi possono essere utilizzati in vari settori, inclusi quelli industriali, agricoli, chimici e dell’abbigliamento. Questi materiali possono contribuire a ridurre l’impatto ambientale complessivo attraverso diversi meccanismi: Riduzione delle emissioni di gas serra:…

LCA valutiamo l’impatto ambientale

Un’analisi del ciclo di vita (LCA) è uno strumento utilizzato per valutare l’impatto ambientale di un prodotto, processo o servizio lungo l’intera catena di produzione, utilizzo e smaltimento. L’obiettivo principale di un’analisi del ciclo di vita è quello di valutare e quantificare l’impatto ambientale in termini di risorse naturali utilizzate, emissioni atmosferiche, rifiuti generati e…

Tencel: una fibra a basso impatto ambientale

La fibra TENCEL™ è un tipo di fibra di cellulosa prodotta da Lenzing AG, derivata da legno proveniente da foreste gestite in modo sostenibile. Questa fibra, è nota per la sua eccezionale morbidezza, resistenza e capacità di assorbimento dell’umidità; ed il suo processo di produzione, chiamato lyocell, è considerato altamente sostenibile in quanto utilizza un…

Passaporto digitale: verso un tracciamento più sicuro

Il passaporto digitale per il tracciamento della filiera degli indumenti è una innovativa soluzione tecnologica che sta guadagnando sempre più rilevanza nell’industria tessile e della moda. Questo sistema consente di monitorare e registrare ogni fase del processo di produzione degli indumenti, dal raccolto delle materie prime alla distribuzione finale, attraverso l’utilizzo di tecnologie digitali come…

Riuso e Riciclo

Prima di diventare rifiuto, ogni materiale dovrebbe essere accuratamente valutato e sottoposto ad una domanda d’obbligo: ”Posso ancora utilizzarlo?” Diversi oggetti infatti, possono essere impiegati in nuove funzioni e scopi per essere rigenerati in nuovi usi. Quando parliamo di riciclo si parla della trasformazione di scarto dei prodotti eliminati utili per la produzione di nuovi…

Cosa si intende per biodegradabile, compostabile e riciclabile?

Molto spesso sentiamo parlare di termini come riciclabile, compostabile, biodegradabile ma cosa significano nello specifico? Facciamo chiarezza: Riciclabile: è un materiale di scarto che può essere riciclato nuovamente in processi produzione come il vetro, la carta ed il cartone, l’alluminio, la plastica e il legno. Fare la raccolta differenziata correttamente permette di trasformare questi elementi…

Cosa sono le bioplastiche ?

Con il termine bioplastica si indica una sostanza plastica composta da biomassa organica a discapito delle tradizionali molecole derivanti dal petrolio. Con la parola “bio” si fa riferimento ad un composto formato da molecole di natura vegetale, tra le materie prime rinnovabili più utilizzate troviamo l’amido e la cellulosa spesso derivati da mais e canna…

Microplastiche: un macro problema

Quando parliamo di microplastiche parliamo di residui derivati da processi di produzione della plastica, uno dei materiali più comuni al mondo. In base alla loro origine, questi microscopici frammenti possono essere suddivisi in due categorie principali: microplastiche primarie: sono quelle prodotte dall’uso umano e vengono rilasciate direttamente nell’ambiente. microplastiche secondarie: sono derivate dalla degradazione degli…

Poliestere riciclato

Il poliestere riciclato Rpet è una fibra tessile sintetica che si ottiene fondendo la plastica e rifilandola in una fibra di poliestere; questo permette il riciclo dando ai materiali; (che non sono biodegradabili) una nuova vita evitando che quest’ultimi finiscano in discariche, oceani ed inceneritori. Qualitativamente simile al poliestere vergine, la sua produzione richiede un…

kapok: la fibra del futuro

Il kapok è una fibra naturale che si ricava da una pianta delle malvacee-ceiba pentandra, un albero maestoso e molto diffuso nelle zone pluviali dell’America del Sud. La pianta cresce spontaneamente senza una richiesta intensiva di acqua e in qualsiasi tipo di terreno ricco di biodiversità; non essendo trattato con agenti chimici come l’utilizzo di…